Hera Comm

Logo stampa
 
Home > Casa > Servizio di Default Gas
 

Servizio di Default Gas

Che cos'è: descrizione e modalità di aggiudicazione

Il servizio di default è un servizio che è stato introdotto dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico (AEEGSI) per regolare l’estinzione della responsabilità di prelievo di gas da parte del venditore a seguito di cessazione amministrativa.

Il servizio di default istanza viene erogato su tutto il territorio nazionale da fornitori individuati in seguito ad apposite procedure concorsuali, che prevedono l’assegnazione del servizio su ambiti macro regionali. Hera Comm è stata individuata come fornitore di default per il periodo 1° ottobre 2016 – 30 settembre 2018 per le seguenti aree territoriali:

  1. Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria
  2. Lombardia
  3. Trentino Alto Adige e Veneto
  4. Friuli Venezia Giulia e Emilia Romagna
  5. Toscana, Umbria e Marche

È un servizio che viene erogato:

  • Ai Clienti morosi per i quali la disalimentazione della fornitura è risultata essere non fattibile, e per i quali viene quindi cessato amministrativamente il contratto
  • Ai Clienti finali che si trovano sprovvisti del venditore per motivi indipendenti dalla loro volontà, ma che non hanno diritto all’attivazione del servizio di ultima istanza (quali i condomini con consumi superiori a 200.000 smc/anno o Clienti con uso non domestico e consumi superiori a 50.000 smc/anno)
  • Ai Clienti finali che si trovano sprovvisti del venditore per motivi indipendenti dalla loro volontà e che avrebbero diritto all’attivazione del servizio di ultima istanza (quindi, clienti domestici, condomini con consumi superiori a 200.000 smc/anno, attività di servizio pubblico, clienti con uso non domestico e consumi inferiori a 50.000 smc/anno) ma questo non può essere attivato (ad esempio, per mancanza di capacità o per mancanza di fornitore di ultima istanza per gara deserta)

Per la sua natura l’attivazione del servizio di default non prevede la sottoscrizione di un contratto da parte del cliente finale, in quanto l’erogazione del servizio è subordinata a delle regole specifiche definite dall’AEEGSI. A tal fine le stesse regole vengono comunicate al cliente attraverso l’invio di apposita comunicazione da parte del fornitore a seguito dell’attivazione del servizio. In particolare queste prevedono la definizione di condizioni economiche e le condizioni di cessazione del servizio.

Condizioni economiche

L’erogazione del servizio avviene alle condizioni economiche previste per il servizio di tutela, aumentate del parametro γ (gamma) offerto da Hera Comm in sede di procedura concorsuale, pari a:

  • 47,82 c€/Smc per Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria;
  • 19,75 c€/Smc per Lombardia;
  • 36,94 c€/Smc per Trentino-Alto Adige e Veneto;
  • 24,47 c€/Smc per Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna;
  • 39,72 c€/Smc per Toscana, Umbria e Marche.

Il parametro γ, sarà modulato in funzione del periodo di permanenza in Servizio di Default, secondo le seguenti percentuali:

  • 70% per i primi 3 (tre) mesi di erogazione del servizio
  • 100% dal 4° mese e fino al 6° mese di erogazione del servizio
  • 130% dal 7° mese di erogazione del servizio.

Ai fini di una migliore comprensione della progressione del parametro γ nel seguito trova una rappresentazione sintetica della sua evoluzione in funzione del periodo di permanenza in Servizio di Default:

Andamento crescente nel tempo del corrispettivo γ (gamma) applicato da Hera Comm in relazione alla Regione di erogazione del servizio (valori espressi in centesimi di euro per standard metro cubo)
 Primi 3 mesi di erogazione del servizioDal 4° mese al 6° mese di erogazione del servizioDal 7° mese di erogazione del servizio
Valle d'Aosta, Piemonte e Liguria33,4747,8262,17
Lombardia13,8319,7525,68
Trentino-Alto Adige e Veneto25,8636,9448,02
Friuli-Venezia Giulia ed Emilia Romagna17,1324,4731,81
Toscana, Umbria e Marche27,8039,7251,64

 

Hera Comm potrà inoltre richiedere il pagamento di un deposito cauzionale proporzionato al consumo del cliente, secondo quanto stabilito dall’art. 5, comma 2 dell’Allegato alla delibera 69/09.

Durata del servizio

Il Servizio di Default ha natura temporanea non potendo essere erogato per più di sei mesi. Il Cliente deve, pertanto, sottoscrivere un nuovo contratto che garantisca una nuova fornitura che decorra prima del termine di 6 mesi dalla data di attivazione del Servizio; diversamente, a partire dal sesto mese successivo all’attivazione e fintanto che non avrà sottoscritto un nuovo contratto, Hera Comm, pur continuando ad erogare il Servizio di Default, sarà tenuta ai sensi della normativa vigente a maggiorare le condizioni economiche applicate alla Sua fornitura, aumentandole del corrispettivo INAUI di importo pari ad 0,6000 €/GJ.

Cessazione del Servizio di Default

Il Servizio di default cessa quando:

  • Il Cliente sottoscrive un nuovo contratto di fornitura; in questo caso in quanto il Servizio di Default terminerà nel momento in cui sarà perfezionato il passaggio al nuovo venditore
  • Si conclude positivamente la procedura di attivazione del servizio di ultima istanza, con riferimento ai clienti finali che ne hanno diritto
  • Il punto di riconsegna è oggetto di:
    • Richiesta di disattivazione della fornitura da parte del cliente finale; in questo caso la fornitura del Servizio di Default terminerà con il compimento dell’esecuzione della prestazione tecnica da parte del distributore
    • Chiusura per morosità del cliente finale
    • Cessazione amministrativa per morosità relativa ad un punto di riconsegna disalimentabile richiesta dal fornitore del Servizio di Default.

Info e contatti

I clienti finali del servizio di Default Gas possono contattare Hera Comm Srl ai seguenti recapiti:

  • Sito internet: www.heracomm.com
  • Telefono 0542 36 80 19 attivo dalle 9 alle 17 dal lunedì al venerdì
  • Fax 049 9663 530

Modulistica

 
 
 
 
 
_it
../../